icon-facebookicon-youtubeicon-email
logo

Memorie blu

Giulia Montali

Luogo dell’evento: Via San Felice, 33 (secondo piano)

Data dell’evento: Gennaio 2011

logo-accademia-belle-arti-bologna logo-arte-fiera-off

La fotografia di Giulia è memoria che si trasforma in immagine. Ogni persona od oggetto catturati da un medium tecnologico altera la percezione dello spettatore. Bambine, nonna, madre, padre, ogni persona che suscita una sensazione all’artista non sappiamo se negativa o positiva, viene utilizzata e impressa su carta fotografica.
La dimensione di storia è rinnovata dalla stessa scelta di montaggio dell’opera, un trittico che racchiude, ma nello stesso tempo svolge una vicenda, un racconto che in questo caso parla di antenati, di reincarnazioni possibili, di fantasia e di legami familiari.
Notiamo come i tre personaggi digitalizzati e fotografati siano resi irreali dal colore blu che mette in risalto i loro volti, ma nello stesso tempo li cancella attraverso un segno di inchiostro continuo e graffiante che riporta l’opera nel presente.
E’ il continuo gioco tra passato e qui ed ora che attira l’attenzione, che fa pensare ad un futuro labile o raggiungibile solo attraverso l’opera d’arte che rimanda all’immaginazione come campo di scoperte e nuove ri-velazioni.

Rosetta Termenini